Топ-100
Indietro

ⓘ Crema catalana




Crema catalana
                                     

ⓘ Crema catalana

La crema catalana è una crema, dessert tipico della Catalogna. Si presenta come una base soffice e cremosa, sormontata da una pellicola croccante di zucchero caramellato.

                                     

1. Storia

Questo famoso dolce al cucchiaio viene servito per tradizione il 19 marzo alla Festa di San Giuseppe e infatti viene anche chiamata "crema de Sant Josep".

Le ipotesi sulle sue origini sono molteplici e molti paesi le rivendicano.

Si pensa che la crema non sia propriamente di origini spagnole, bensì provenga dallInghilterra e che sia stata brevettata nel XVII secolo. Il college di Cambridge serviva la crema inglese, detta burnt cream, "stampando" sulla superficie del dolce lo stemma della scuola utilizzando un ferro arroventato. La crema inglese differisce però da quella catalana, in quanto più vellutata e meno densa.

Ovviamente i catalani ne rivendicano linvenzione e ritengono che sia lantenata della crème brûlée francese a base di panna liquida, sulla quale viene caramellato lo zucchero. La differenza tra le due creme sta nel metodo di cottura: la crema catalana è cotta sul fuoco mentre quella brûlée viene cotta a bagnomaria.

Una leggenda narra che questa crema fu uninvenzione di alcune monache catalane. Un vescovo andò in visita al loro convento, le monache per accoglierlo prepararono un budino che però risultò troppo liquido. Le monache allora aggiunsero dello zucchero caramellato caldo e quando lo servirono il vescovo gridò "crema!" che in catalano significa, oltre a crema, brucia. Da allora la crema viene anche chiamata "crema cremada".

                                     

2. Preparazione

La sua preparazione è molto semplice, limportante è munirsi di una fiammella a gas per creare la crosticina sulla superficie. Gli ingredienti sono: latte, tuorli duovo, zucchero semolato, scorza di limone, cannella, maizena.

Di seguito sono riportate le dosi per 12 persone:

  • 12 tuorli duovo
  • 50 grammi di maizena
  • 150 grammi di zucchero più quello necessario alla copertura
  • 1 litro di latte
  • un pezzetto di cannella
  • la buccia di un limone

Si deve far cuocere la scorza di limone nel latte aromatizzato con un cucchiaino di cannella e far bollire il tutto.

Mentre la crema cuoce, si uniscono i tuorli duovo con la maizena e lo zucchero mescolandoli bene.

Infine il composto ottenuto deve essere unito al latte aromatizzato portando nuovamente a bollore per qualche minuto fino ad ottenere un composto denso.

Una volta cotta, la crema catalana va fatta raffreddare prima a temperatura ambiente e poi in frigorifero.

Per servirla al meglio si consiglia di versare la crema nelle coppette e cospargere la superficie con lo zucchero semolato.

Per caramellarla si può usare la fiammella oppure infornare le coppette col programma grill per alcuni minuti fino a far sciogliere e brunire lo zucchero. Tradizionalmente questa operazione veniva eseguita con lapposito "ferro per cremar", un disco in ghisa arroventato con un lungo manico. La crema catalana può essere preparata anche con delle varianti, per esempio utilizzando le scorze darancia al posto di quelle di limone, aggiungendo la panna alla crema cotta, oppure laggiunta di pan di spagna e della frutta come fragole o frutti di bosco.

Può essere decorata con meringhe, scaglie di cioccolato o con bastoncini di cannella.